fbpx

Lo sapevate che in Svezia è festa grande intorno al solstizio d’estate?

In questo paese nordico dove l’inverno è lungo e la luce si fa spesso desiderare, la primavera e l’estate, con l’allungarsi delle giornate che diventano infinite, vengono accolte con entusiasmo.

Midsummer è una delle feste più sentite qui, una festa da vivere in famiglia e con gli amici, mangiando, bevendo e ballando, il tutto con il sole all’orizzonte che sembra non tramontare.

Solitamente ci si ritrova  in famiglia e con gli amici, un po’ come a Natale, con lo stesso spirito, lo stesso entusiasmo e anche la stessa quantità di cibo e di liquori vari da sorseggiare tra un canto e l’altro.

Un certo numero di danze tradizionali vengono fatte intorno all’altissimo albero decorato issato normalmente in qualche parco o zona verde della città. Nei villaggi più piccoli la festa coinvolge tutti gli abitanti in un allegro ritrovarsi.

Guarda il video delle danze di midsummer

Stoccolma si svuota per il week end di midsummer, e spesso anche per le settimane successive. Questo week end del solstizio d’estate, con le scuole che chiudono i battenti la settimana precedente, normalmente rima con migrazione verso le case di vacanza o con viaggi all’estero di cui gli svedesi vanno ghiotti.

La sera di midsummer è sempre un venerdì tra il 20 e il 25 di giugno, il sabato successivo tutto è chiuso. Negozi e uffici riducono gli orari già dal giovedì, il venerdì la serata incomincia presto, intorno all’ora di pranzo quando ci si ritrova per raccogliere i fiori e creare le tradizionali corone da indossare poi durante le danze, tutto molto campestre e molto bello. 

Si balla, si canta, la notte non finisce mai perché quando alle undici il cielo è ancora chiaro nessuno ha voglia di andare a dormire. E poi francamente quando si sa che le giornate riprenderanno ad accorciarsi, è bello godere di ogni istante di luce e di sole.

Il sole tramonta a Stoccolma, ma su su al Nord non tramonta mai. E anche quando appunto tramonta, il cielo per giorni e giorni non è mai completamente scuro, troppe poche ore tra tramonto e alba per godere di cieli neri e stellati.

Il fulcro della festa come in ogni festa che si rispetti sono il cibo, l’alcol e la musica, in ordine sparso.

Un tipico menu di midsummer è uguale a quello di  Natale senza il prosciutto cotto al forno… sono seria, è vero ed è anche buonissimo (gli svedesi sono abitudinari alle feste comandate mangiano i piatti tradizionali e non c’è soluzione).menu midsummer

I Pickles di aringhe fanno la parte dell’invitato d’onore, preparati con largo anticipo e lasciati a macerare, come il salmone marinato in zucchero e sale. Uova bollite accompagnate da uova di pesce, le immancabili polpette svedesi con le onnipresenti patate, piatti caldi di pesce, abbondanza di dolci con le fragole dolcissime accompagnate dalla panna che qui, mistero, non è zuccherata!

E per mandare giù pranzo e cena litri di birra e di schnapps, i liquori tradizionali, aromatizzati nei modi vari, ingurgitati tutti d’un fiato dopo la canzoncina di rito. Gli svedesi bevono e cantano, ogni occasione è buona per far festa con uno spirito un po’ goliardico.

Ecco qui una delle canzoni più gettonate: Helan går, sjung hopp faderallan lallan lej, helan går, sjung hopp faderallan lej. Och den som inte helan tar, han heller inte halvan får, Helan gåååååååår, [helan tages] sjung hopp faderallan lej.

[Ecco il primo Canta  “hup fol-de-rol la la” Ecco il primo Canta  “hup fol-de-rol la la” Quello che non beve il primo   mai deve placare la sua sete Ecco il primo -si beve – Canta “hup fol-de-rol la la”]

Ma quali sono le origini di questa festa che affonda le radici lontano nei secoli?

Nei tempi passati la Svezia era un paese agricolo e non il moderno e effervescente mondo attuale, le celebrazioni erano una sorta di omaggio alla bella stagione e alla stagione della fertilità. Solo dagli inizi del novecento la festa ha incominciato ad assumere i connotati di una festa nazionale. La notte più lunga e luminosa dell’anno è anche circondata da molte credenze popolari, tipo la raccolta dei sette fiori da mettere sotto il cuscino per ricevere in visita il futuro innamorato…Provare per credere!

Ndr. midsummer 2020 è ovviamente molto ma molto diverso. Essendo vietati i raduni con più di 50 persone ed essendo caldamente raccomandato di non ritrovarsi in troppi neanche a casa  (le raccomandazioni in Svezia  vogliono dire molto di più che i divieti), le feste pubbliche sono state cancellate e quelle private hanno mantenuto un tenore basso. Gli svedesi seguono alla lettera il messaggio delle autorità.

By Giulietta

giulietta saconney

Ama – Famiglie in movimento